SRI GURU-VANDANA

di Narottama dasa Thakura

(dal Prema-bhakti-candrika)

(1)

sri-guru-carana-padma, kevala-bhakati-sadma,

bando mui savadhana mate

jahara prasade bhai, e bhava toriya jai,

krsna-prapti hoy jaha ha’te

I piedi di loto del nostro maestro spirituale sono la dimora del puro servizio devozionale. Io mi inchino verso quei piedi di loto con grande cura e riverenza. Per la grazia del maestro spirituale noi possiamo superare questa esistenza materiale e ottenere la misericordia di Krishna.

(2)

guru-mukha-padma-vakya, cittete koriya aikya,

ar na koriho mane asa

sri-guru-carane rati, ei se uttama-gati,

je prasade pure sarva asa

La mia sola aspirazione è purificare la mia coscienza con gli insegnamenti provenienti dalla bocca di loto del maestro spirituale. L’attaccamento ai suoi piedi di loto è la perfezione che soddisfa tutti i desideri.

(3)

cakhu-dan dilo jei, janme janme prabhu sei,

divya jnan hrde prokasito

prema-bhakti jaha hoite, avidya vinasa jate,

vede gay jahara carito

Colui che mi ha aperto gli occhi e riempito il cuore di conoscenza divina è il mio signore, vita dopo vita. Da lui si ottiene l’amore per Dio (prema-bhakti) e da lui l’ignoranza viene distrutta. Le Scritture vediche celebrano le sue qualità.

(4)

sri-guru karuna-sindhu, adhama janara bandhu,

lokanath lokera jivana

ha ha prabhu koro doya, deho more pada-chaya,

ebe jasa ghusuk tribhuvana

O maestro spirituale, oceano di misericordia e amico delle anime cadute, tu sei il signore e la vita stessa dei devoti. O maestro! Sii misericordioso e ponimi all’ombra dei tuoi piedi di loto. Che le tue glorie possano diffondersi nei tre mondi.

Condividi con i tuoi amici