“Il Signore soddisfa i desideri di ogni Suo devoto. Quando vede un devoto perfettamente sincero nella sua volontà di offrirsi al Suo trascendentale servizio e fortemente desideroso di ascoltare tutto  ciò che riguarda Lui, il Signore agisce dal suo cuore guidandolo affinché possa facilmente tornare a Lui. Il Signore, infatti, desidera il nostro ritorno nel Suo regno più di quanto non lo desideriamo noi stessi. La maggior parte degli uomini non desidera tornare a Dio. Soltanto qualche rara anima nutre quest’aspirazione. Ma Sri Krishna aiuta totalmente chiunque desideri tornare a Dio.

Nessuno può entrare nel regno di Dio senza essere perfettamente purificato da ogni peccato. I peccati nascono dal desiderio di dominare la natura materiale. È estremamente difficile liberarsi da questi desideri. Donne e ricchezze sono grandi ostacoli per i devoti che si sforzano di progredire sulla via del ritorno a Dio. Numerosi devoti risoluti caddero vittime di queste trappole e si allontanarono dal sentiero della liberazione. Ma quando si ha l’aiuto del Signore in persona, progredire su questa via diventa molto facile per la grazia divina del Signore.

Non c’è nulla di strano che un uomo si senta turbato in presenza di donne o di ricchezze, perché tutti sono legati a queste forme illusorie da tempi immemorabili, e ci vuole tempo prima di poter sfuggire a questa condizione pervertita. Ma immergendosi nell’ascolto delle glorie del Signore si può gradualmente realizzare la propria posizione naturale. Per la grazia del Signore il devoto che s’impegna in questo modo ottiene la forza sufficiente per difendersi da questi turbamenti e a poco a poco la sua mente se ne libererà del tutto.”

(Srimad-Bhagavatam, 1.2.17, Spiegazione)

Condividi con i tuoi amici