CASSATELLE di RICOTTA SICILIANE

INGREDIENTI

Per l’impasto:

farina 00, 500 g

zucchero, 75 g

mezzo bicchiere d’olio d’oliva

scorza grattugiata di 1 limone

succo di limone, 2 cucchiai

acqua, quanto basta

Per il ripieno di ricotta:

ricotta, 400 g

zucchero, 200 g

cannella

Per friggere:

olio di semi di arachide

Per decorare:

zucchero a velo

PREPARAZIONE:

in una ciotola mettete la farina setacciata, lo zucchero e la scorza del limone grattugiata, mescolate e realizzate un buco al centro dove verserete l’olio d’oliva e il succo di limone; cominciate a lavorare con le mani e poi aggiungete acqua a filo fino a quando non avrete ottenuto una palla con l’impasto;

continuate a lavorare l’impasto con le mani, finché non ottenete una consistenza resistente, poi avvolgetelo nella pellicola trasparente e lasciatelo riposare per 30 minuti circa.

Nel frattempo preparate la crema di ricotta. La ricotta deve essere ben asciutta, nel caso non lo fosse, mettetela a scolare su un canovaccio di cotone per un paio d’ore.

Passate la ricotta al setaccio poi aggiungetevi lo zucchero e un pizzico di cannella.

Trascorsa mezz’ora, riprendete l’impasto e lavoratelo ancora un pochino;

tagliatelo a pezzi e cominciate a stenderlo aiutandovi con il mattarello o con la macchina per la pasta fresca;

una volta ottenuta una sfoglia sottile, tagliatela con un coppapasta rotondo e, se lo ritenete opportuno, ripassate di nuovo il tondo di pasta nella macchina per la pasta fresca per avere uno strato molto sottile.

Disponete un cucchiaino di crema di ricotta su un lato del semicerchio;

spennellate i bordi dell’impasto con dell’acqua e poi richiudete la cassatella facendo attenzione a fare uscire l’aria dall’interno e a sigillare bene passando una rotella dentellata sul bordo.

Una volta pronte potete friggere le vostre cassatelle di ricotta in abbondante olio caldo: devono galleggiare.

Quando le cassatelle saranno dorate, scolatele su della carta assorbente poi trasferitele su un piatto da portata e spolveratele con dello zucchero a velo.

Per gustarle al meglio, servitele tiepide.

Condividi con i tuoi amici