La società attuale è sempre più caratterizzata dalla discordia e dall’insoddisfazione. Si cerca di rincorrere la felicità ma essa sfugge sempre perché la si cerca nel posto e nel modo sbagliato.

In un mondo sempre più privo di valori spirituali, i libri di Srila Prabhupada rappresentano uno spiraglio di luce poiché sono un’autorevole presentazione della scienza dei Veda, i Testi sapienziali più antichi dell’umanità. Si tratta di una conoscenza spirituale in grado di riportarci in contatto con il nostro vero sé e di indicarci il sentiero che conduce alla realizzazione della vita umana.

“C’è una grande differenza tra i romanzi, le novelle o gli scritti storici di carattere materiale dai racconti che descrivono i divertimenti trascendentali del Signore… Per esempio, si può leggere e rileggere la Bhagavad-gita o lo Srimad-Bhagavatam per una vita intera e trarne sempre nuovi insegnamenti.

Le conoscenze del mondo materiale rimangono statiche, mentre quelle del mondo spirituale assumono un carattere dinamico, semplicemente perché l’anima è dinamica e la materia è statica. Coloro che hanno sviluppato il gusto per gli argomenti trascendentali non si stancano mai di ascoltare tali racconti.

Si diventa rapidamente sazi con le attività materiali, ma non si è mai sazi delle attività spirituali… La luce che emana dai Testi trascendentali guadagna in splendore con ogni nuova lettura e realizzazione del messaggio spirituale.”

(Srimad-Bhagavatam, 1.1.19)

Vi ricordiamo che al Tempio è possibile trovare le opere di Srila Prabhupada e altri libri devozionali.

La Bhagavad-gita così com’è

La Bhagavad-gita è l’opera classica più famosa della letteratura religiosa indiana ed è stata studiata con grande attenzione dai più grandi pensatori di tutto il mondo, tra cui Thoreau, Emerson, Kant, Einstein, Gandhi, Jung e Huxley.

L’edizione curata da A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada è la versione più fedele e più completa, un autentico best-seller a livello mondiale.

Ecco cosa ne hanno detto alcuni uomini illustri:

“La mia vita non è stata che una serie di tragedie esteriori e se queste non hanno lasciato in me alcuna traccia visibile, indelebile, lo devo all’insegnamento della Bhagavad-gita.” (Mahatma Gandhi);

“La Bhagavad-gita è un poema che esige il più alto rispetto.” (Immanuel Kant);

“La Bhagavad-gita è l’opera più sublime e istruttiva che esista al mondo.” (Arthur Schopenhauer).

Srimad-Bhagavatam

Quest’opera è la scienza suprema della realizzazione spirituale presentata in tutta la sua ampiezza e profondità. Portata in Occidente da Srila Prabhupada, comincia là dove termina la Bhagavad-gita ed è una collana essenziale per ogni biblioteca.

Costituisce l’essenza delle Scritture vediche e può essere studiata dal punto di vista filosofico, religioso, sociologico, storico, psicologico e scientifico. Espressione e sintesi dei più importanti testi sui sistemi religiosi e filosofici indiani (Veda, Upaniṣad, Bhagavad-gita), risponde esaurientemente a tutte le domande esistenziali e spirituali e rappresenta un compendio teologico del massimo livello.

Offre anche uno spaccato sull’organizzazione sociale e politica della tradizione vedica e nuove prospettive sulla natura della coscienza, del comportamento umano e dello studio filosofico dell’identità.

La lettura dello Srimad-Bhagavatam è per la nostra società confusa uno stimolo profondo alla riflessione: dove sta andando l’umanità, verso quali pericoli si sta dirigendo inconsapevolmente?

Qui di seguito sono riportati i commenti di importanti personalità:

“Bhaktivedanta Swami Prabhupada ci offre la preziosa opportunità di scoprire nelle pagine antiche di quest’opera inestimabile, il senso autentico di una vita condotta in piena coscienza delle vere responsabilità dell’uomo.” (Carlo Cassola, scrittore);

“Ho sempre avuto il massimo rispetto per tutte le esperienze spirituali. Che dire dunque di quella originata dallo Srimad-Bhagavatam!” (Alberto Moravia, scrittore);

“Leggendo quest’opera ti sembrerà di ricordare qualcosa che non hai mai saputo.” (Federico Fellini, regista);

“Questi testi devono essere trattati come un tesoro. Nessuno, di qualunque fede sia, qualunque siano le sue convinzioni filosofiche, può fare a meno di essere toccato e colpito leggendo questi libri con mente aperta.” (Garry Gelade, professore di filosofia all’Università di Oxford).

Il Libro di Krishna

Quest’opera composta da due volumi, contiene il racconto originale degli straordinari giochi divini o lila del Signore Supremo, Sri Krishna, che scese su questo pianeta 5000 anni fa.

Immergendosi in queste pagine si entra in contatto diretto con le Sue meravigliose qualità e gloriose attività. Unitevi a Krishna nei divertimenti sublimi con i quali incanta tutti i residenti della magica terra di Vrindavana, sconfiggendo nel contempo incredibili schieramenti di demoni, streghe e guerrieri che si sono votati alla Sua distruzione.

Queste gesta di Krishna non sono solo incantevoli e avvincenti, ma anche piene di profonda saggezza filosofica e visione spirituale. Chiunque trovi il tempo di leggere questi libri sarà colpito dalla rilevanza che hanno nel contesto delle moderne problematiche dell’umanità.

Sri Caitanya-caritamrta

Gioiello letterario dell’India medievale, l’opera presenta la vita e gli insegnamenti di Caitanya Mahaprabhu, la quintessenza della pura devozione per Dio.

Egli operò una rivoluzione spirituale nell’India soffocata dal sistema ormai degenerato delle caste, facendo rivivere l’aspetto monoteista della tradizione religiosa indù mediante la diffusione del canto collettivo del maha-mantra e riportando l’attenzione sull’aspetto personale della Verità Assoluta. Scritta in bengali nel 1616, l’opera è stata tradotta e commentata da Srila Prabhupada per i lettori occidentali.

La presentazione della Sri Caitanya-caritamrta costituisce dunque un gradito e utilissimo dono, perché mette a disposizione sia dello studioso che dell’uomo comune un patrimonio culturale e religioso difficilmente reperibile.

Per gli studiosi di sanscrito e i cultori dell’induismo si tratta di un testo molto utile per la comprensione del movimento della bhakti anche se è di difficile lettura, essendo l’originale in lingua bengali. L’annotazione costante dei luoghi esatti e delle citazioni sanscrite nel corso del testo arricchisce immensamente il suo valore, dando la possibilità di scoprire la tradizione che fa da sfondo all’opera di Krsnadasa Kaviraja Gosvami e mettendo a disposizione del materiale valido per la ricostruzione storica della rinascita e dello sviluppo di una corrente devozionale.

“La Caitanya-caritamrta ci mostra chiaramente la bontà e l’alacrità del Signore, che scende in mezzo all’umanità e continua nel tempo la Sua opera di fascino e attrazione, affinché tutti possano, con la Sua grazia, liberarsi dal male che li tiene legati al samsara.”

(Padre Giorgio Bonazzoli, del P.I.M.E. India, direttore associato della rivista Purana, edita sotto il patrocinio del Maharaja di Benares).


Sri Isopanisad

Questo testo, scritto in lingua sanscrita e risalente a tremila anni prima dell’era cristiana, è il più importante tra le 108 Upanisad, considerate l’essenza di tutti i Veda, poiché racchiude il succo distillato di tutta la conoscenza in diciotto mantra illuminanti.

Per migliaia di anni le persone alla ricerca della spiritualità ne hanno consultato la profonda filosofia.

Come suggerisce il nome (upa: vicino; nisad:sedersi), è consigliato vivamente sedersi vicino ad un maestro spirituale per imparare. Imparare cosa? Il nome di questa Upanisad lo rivela: isa significa “Controllore Supremo”. Sediamoci dunque accanto ad una guida spirituale per imparare qualcosa su Colui che controlla tutto: Dio in Persona.

Il metodo è semplice a patto che la guida sia autentica. La traduzione e la spiegazione di Srila Prabhupada aderiscono rigorosamente all’intenzione del libro, assicurando una veritiera comprensione della conoscenza contenuta nelle Upanisad.


Il Nettare dell’Istruzione (Upadesamrta)

Come scegliere un guru, come praticare lo yoga e perfino il luogo dove vivere sono tutti argomenti trattati in questa preziosa opera, scritta in sanscrito da Srila Rupa Gosvami, un grande genio spirituale dell’India medievale.

Tradotto e commentato da A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada, il più recente successore di Srila Rupa Gosvami, Il Nettare dell’Istruzione è la chiave che apre le porte a coloro che sono alla ricerca della perfezione spirituale.

Questo libro esplora i segreti della spiritualità racchiusi negli antichi Scritti vedici: approfondendo argomenti come l’anima, il karma, la reincarnazione e la meditazione, permette di risvegliare la visione spirituale, di cui i maestri hanno parlato per migliaia di anni.

Il Nettare della Devozione

Il Nettare della Devozione è uno studio riassuntivo del Bhakti-rasamrta-sindhu opera in sanscrito di Srila Rupa Gosvami Prabhupada. Rupa Gosvami era a capo dei sei Gosvami di Vrindavana, intimi discepoli di Sri Caitanya Mahaprabhu.

Il Nettare della Devozione insegna come amare Krishna, Dio, la Persona Suprema.

Se Impariamo ad amare Krishna diventa facile amare simultaneamente tutti gli altri esseri.

Gli Insegnamenti della Regina Kunti

La tragica ed eroica figura della Regina Kunti emerge in un periodo esplosivo della storia dell’India antica.

Il Mahabharata, grande poema epico indiano di centomila versi, riporta che Kunti era la moglie del re Pandu e la madre di cinque illustri figli, i Pandava.

Kunti fu dunque una delle figure centrali nel complesso dramma politico che cinquanta secoli fa culminò nella battaglia di Kuruksetra, la devastante lotta di successione che mutò il corso della storia mondiale.

Le parole di Kunti, l’effusione semplice e illuminante di una grande anima, rivelano le più profonde emozioni trascendentali del cuore e la più elevata intuizione filosofica e teologica realizzabile con l’intelletto.

Le sue parole sono di glorificazione, dettate da un amore divino colmo di saggezza.


Il Sentiero della Perfezione

È un libro che parla di yoga e che offre una chiara spiegazione della via della bhakti, forma di yoga semplice ma completa per l’era contemporanea. Anche per chi si trova intrappolato nelle complicazioni della vita odierna è possibile intraprendere una pratica facile che purifichi la mente ed elevi la coscienza.

Srila Prabhupada esamina in profondità la filosofia dello yoga. 

Gli argomenti scelti da Srila Prabhupada, riguardano la natura della coscienza, le tecniche della meditazione, la legge del karma, il significato della morte e della reincarnazione e perfino l’estasi spirituale.


Incontro con il maestro spirituale

La più antica forma di ricerca spirituale: domande e risposte tra maestro (Srila Prabhupada) e discepolo (Bob Cohen, insegnante di scienze), oggi come migliaia di anni fa.


Un Santo cammina tra noi

La cosa più importante, che andava al di là delle nostre differenze tanto da superarle tutte, era il senso di dolcezza che emanava, una dolcezza libera da ogni egoismo, una sorta di devozione assoluta.

In sua presenza si avvertiva una specie d’incanto, dovuto alla sua totale dedizione, che dissipava ogni conflitto.

Allen Ghinsberg

Era molto amichevole e recitava sempre il santo nome, invitandomi a cantare Hare Krishna il più possibile. Penso che quando si inizi a farlo, se ne comprenda il beneficio.

Con lui si parlava solo di servizio di devozione e questo mi piaceva moltissimo.

Benché fosse chiaro che era una persona di grande potenza e levatura spirituale, conservava sempre la sua umiltà, e questo per me è molto importante, perché più che dalle parole, s’impara dall’esempio.

George Harrison


I Segreti dei Veda

Cosa c’è dopo la morte e cosa fareste se vi rimanessero solo pochi giorni da vivere?

Nonostante una grande abbondanza di comodità perché molti si sentono ancora insoddisfatti, vuoti e privi di motivazioni?

Gli avvenimenti che si verificano nella nostra vita sono predestinati oppure la vita è un’interazione tra destino e libero arbitrio?

In questo libro Srila Prabhupada e i suoi discepoli affrontano le questioni cruciali della nostra esistenza.

Ramayana

La grande epica di Ramacandra, il Signore Supremo.

L’immortale racconto di Valmiki esposto in un testo di facile lettura.

Cinquanta nuovi dipinti donano all’ opera un’armonia fantastica che ne fa un vero capolavoro!

Srila Prabhupada-lilamrita

Attraverso la testimonianza diretta di discepoli, amici e contemporanei, e basandosi anche su precisi e profondi ricordi di esperienza personale, Satsvarupa dasa Goswami, uno dei primi discepoli, ha ricostruito per noi la straordinaria vita di Srila Prabhupada in un unico e prestigioso volume di 1500 pagine.

Clicca qui per ascoltare la lettura del libro…

La Cucina degli Hare Krishna

Lo scopo di questo volume è farvi gustare, oltre a cibi squisiti, anche la storia, la cultura e la spiritualità che li hanno prodotti ed accompagnati nel tempo.

La Cucina degli Hare Krishna è dunque una lettura adatta sia ai più raffinati buongustai sia ai curiosi sempre alla ricerca del meglio.

Sebbene questo libro vi proponga un’antichissima scienza gastronomica che esclude decisamente dalla tavola la carne, le uova, il pesce e persino gli alcolici, è opportuno chiarire che l’alimentazione dedica è ricchissima di gusti e di sapori.

Alcuni guardano con sospetto al vegetarianismo, considerandolo una dieta interiore, ma la nostra tradizione millenaria vi dimostrerà che essere vegetariani non significa mangiare solo pane, insalata e formaggio.

I piatti che potrete preparare seguendo le ricette di questo libro sono squisiti, facili da cucinare e privi di inutili violenze.

Alta cucina vegetariana

L’autore, Kurma dasa, è uno dei più famosi cuochi del movimento Hare Krishna.

Sapendo perfettamente che nutrirsi in modo corretto è la chiave per essere in forma e in salute e per poter apprezzare la vita spirituale, con un grosso senso dell’umorismo, pazienza ed entusiasmo, ha trasmesso la sua arte ad un pubblico attento e sempre più numeroso in tutto il mondo.

Kurma dasa ha trascorso molti anni a provare e perfezionare le numerose ricette internazionali che vengono presentate in questo libro.

Darshana (Krishna meditation)

Darsana è una meditazione su Dio nella Sua manifestazione divina sull’altare.

Si tratta di una raccolta di fotografie delle divinità presenti nei templi dell’ISKCON di tutto il mondo.

Sebbene non ci sia l’intenzione di narrare la storia delle divinità fotografate, sono stati inclusi alcuni cenni storici.

Krishna Art

“Finestre sul mondo spirituale”: una raccolta dei migliori dipinti realizzati dai devoti di Krishna.

Srila Prabhupada

Libro fotografico che ritrae alcuni tra i momenti più significativi della vita di Srila Prabhupada.

Canti vaisnava

I canti devozionali sono da sempre parte essenziale della pratica universale della bhakti, il servizio d’amore offerto alla Persona Suprema, Sri Krishna.

Questo libro è una raccolta di alcuni tra i più affascinanti e significativi canti composti dagli acarya vaisnava.