“Sono menzionati in numerosi passi i giorni di festa che commemorano le differenti attività di Krishna.

Uno di questi giorni è il janmastami, che ricorda l’avvento di Krishna e rappresenta per i devoti la celebrazione più sfarzosa; ancora oggi, infatti, in tutte le case indù è celebrato con grande fasto.

A volte anche gli adepti di altre comunità religiose approfittano di questo felice giorno e prendono parte ai festeggiamenti del janmastami.

I giorni di ekadasi, che sono altre occasioni di celebrazioni gioiose legate al Signore, suscitano ugualmente l’amore estatico per Krishna.”

(Il Nettare della Devozione, p. 251)