BHUGARBHA GOSVAMI


Discepolo di Sri Gadadhara Pandita, Bhugarbha Gosvami condivise un’intima amicizia con Lokanatha Gosvami: i due nello spirito erano una cosa sola, solo i loro corpi erano differenti.

Ispirati dal Signore Caitanya, essi furono i primi e i più anziani devoti a stabilirsi a Vrindavana: ancora prima dell’arrivo di Rupa e Sanatana Gosvami si dedicarono alla scoperta dei luoghi santi perduti dove, 4500 anni prima, si svolsero i divertimenti di Radha e Krishna.

Bhugarbha e Lokanatha Gosvami ritrovarono le foreste dei divertimenti di Sri Krishna con l’umile metodo dell’abbandono: essi semplicemente vagavano per Vrindavana invocando i nomi delle sue dodici foreste e Srimati Vrnda Devi (la responsabile delle foreste e un’espansione della potenza di divertimento, lilasakti, di Krishna) rivelava loro l’esatta ubicazione di ciascuna di esse.

A Vrindavana entrambi erano considerati tra i principali Gosvami, poiché erano i più anziani d’età e d’esperienza.

Bhugarbha era compassionevole, semplice e sempre gioioso; si dice che, per evitare distrazioni materiali, egli svolgesse il suo bhajana (il servizio devozionale intimo) sottoterra in un buco scavato nel suolo: per questo ricevette il nome Bhugarbha (bhu significa terra; garbha significa grotta, utero, luogo nascosto).