ACYUTANANDA


Acyutananda nacque a Santipura nel 1506 come figlio maggiore di Sri Advaita Acarya e di Sita Thakurani. Divenne discepolo di Gadadhara Pandita, ma si dice anche che fu il più grande discepolo di Sri Advaita. Era molto caro a Sri Caitanya e servì i Suoi piedi di loto fin dalla nascita.

Dopo aver accettato il sannyasa (l’ordine di rinuncia) a Katwa, Sri Caitanya scese a Santipura.

A quel tempo Acyutananda aveva tre o cinque anni e vagava senza alcun vestito, con tutto il corpo coperto di polvere; quando sentì dell’arrivo del Signore, andò a vederLo con un grande sorriso sul viso; gli cadde ai piedi e il Signore lo sollevò. Tutto impolverato lo pose in grembo e gli disse: “Poiché Sri Advaita è Mio padre, tu sei Mio fratello.” Allora Acyutananda rispose: “Tu sei l’amico di ogni singolo essere vivente e le Scritture dicono che sei il Padre di tutta la creazione”. Tutti i devoti rimasero esterrefatti nel sentire la profonda comprensione di Acyutananda dell’identità di Sri Caitanya.

Acyutananda andò a Puri ogni anno per celebrare il festival del Ratha-yatra danzando insieme a Sri Caitanya nel gruppo dei devoti di Santipura; partecipò anche alla pulizia del tempio di Gundica.

In seguito tornò nella sua casa natale a Santipura dove rimase per il resto della vita.

Acyutananda fu testimone oculare dei divertimenti finali e della dipartita del Signore. Scrisse: “Il Signore Caitanya, il grande danzatore, recitò il nome di Radharani (la compagna eterna di Krishna) e, come un raggio di luce, Si immerse nel sacro corpo di Sri Jagannatha.”

Partecipò al festival di Kethuri dove, anni dopo la loro dipartita, rincontrò suo padre, Sri Advaita, e Sri Caitanya, che in quell’occasione apparvero miracolosamente insieme ai Loro compagni.